Sapete la cosa che mi fa più stare male di tutta questa situazione? Il tempo che nessuno potrà mai restituirci indietro…

Perchè in mezzo a questa umanità che non sapeva più guardarsi dentro, c’era invece qualcuno di noi che aveva dei progetti in procinto di realizzarsi, aveva dei sogni ben annidati dentro di sé pronti ad esplodere e ad essere avverati… C’era chi già amava e apprezzava il tempo passato con la propria famiglia, chi già sapeva cucinare e farsi una torta deliziosa frutto della propria fatica, chi già amava le sue camminate in mezzo alla natura con il sole a scaldargli il viso…

Quindi si, certamente questo è il momento giusto per guardarsi dentro, ma c’è chi dentro di sé sapeva già benissimo cosa ci fosse, e quindi avrebbe voluto arricchire la sua anima osservando anche cosa c’è fuori… chi questo tempo l’avrebbe voluto investire in qualcos’altro… Chi oggi, o dieci giorni fa, o nei prossimi giorni che verranno, avrebbe voluto vedere il mare, annusare i fiori che sbocciano e danno infiniti colori alla primavera, oppure sentire l’aria che si riscalda in una pedalata in bicicletta…

Per favore, in questi giorni assurdi in cui è facile essere polemici e criticare tutto e tutti, guardatevi bene dal dire agli altri come dovrebbero utilizzare questo tempo, in questa prigionia forzata, perché magari qualcuno non era pronto all’autocritica e voleva rimandarla ancora per un pò, o forse questa critica l’aveva già fatta…Non dite alle persone Che all’improvviso avevano voglia di correre o sfogare che non è loro diritto poterlo fare… E poi invece  c’è a chi sicuramente non gli viene voglia di fare niente, perché ha sempre dipinto, cucinato, o canalizzato le proprie energie nei suoi momenti di pausa dalle pesantezze della routine quotidiana, perchè avere una passione non deve essere un obbligo, un diversivo per ingannare il tempo, ma un angolo di universo dedicato solo ed interamente a noi stessi…

Non sprecate tempo ad ammonire o dare consigli agli altri, ascoltate piuttosto il silenzio e in questo silenzio il ticchettio del tempo che passa, perchè è la nostra vita che sta andando avanti, imprigionata ma comunque inesorabile, quindi è compito di ognuno di noi investirla come meglio crede, non importa quanto a voi non piaccia.

Io riempio questo tempo con ciò che più alimenta la mia anima, ma mi manca comunque la mia linfa vitale, LA NATURA E LA LIBERTà.

                                                                                             Billy 

IMG_4589

Potrebbe anche interessarti...

2 commenti

  1. .. c’era chi era giá da tempo in quarantena, chi l’aveva SCELTA per curarsi dentro e ora era pronto a ributtarsi nel mondo e vivere.. o forse ancora tempo non ero ma sará 😉

    1. arriverà il momento in cui ognuno di noi potrà tornare alla propria “normalità” 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.